News

Tumore ovarico e talco: correlazione azzardata senza solide basi scientifiche

L’associazione tra talco e tumore ovarico e’ stata ipotizzata già dal 1982, quando fu pubblicato il primo studio caso-controllo da parte di un ricercatore di Boston.

Gli studi

Da allora almeno 20 studi hanno cercato di dimostrare una correlazione tra talco e  carcinoma ovarico,  l’ultimo dei quali e’ stato pubblicato nel dicembre 2015.  Quest’ultimo studio  caso controllo, condotto su  circa 2000 donne sane e 2000 donne con carcinoma ovarico, avrebbe evidenziato un aumento del  30% del rischio di sviluppare il  carcinoma ovarico nelle donne che avevano usato il talco sulla zona genitale per un lungo periodo. Il rischio era particolarmente evidente nelle donne in premenopausa e nelle donne in post-menopausa che assumevano una terapia ormonale sostitutiva.

E’ da sottolineare  che  solo l’uso diretto sui genitali o su tamponi o assorbenti e non l’uso del talco sul corpo avrebbe questa correlazione con il tumore. Il razionale scientifico che correlerebbe il talco al carcinoma ovarico sarebbe la possibilità del talco di risalire dai genitali esterni sino alle tube ed alle ovaie causando una infiammazione cronica, considerata una concausa del cancro.

Il grande limite degli studi caso-controllo, che sono studi retrospettivi, è la presenza di un fattore confondente legato alla tendenza da parte delle donne con carcinoma ovarico a riportare l’utilizzo  di talco in eccesso rispetto ai controlli.

Bisogna inoltre sottolineare come due studi prospettici , il Nurse’s  Health Study e  Women’s Health Initiative (WHI),  non hanno confermato  la correlazione tra carcinoma ovarico ed utilizzo di talco.

Una correlazione azzardata senza solide basi scientifiche

Per questo motivo la “International Agency for Research on Cancer” (IARC)  ha definito  nel 2006 la correlazione tra talco e carcinoma ovarico possibile e non probabile, ne’ tanto meno certa.

L’American Cancer Society (ACS)  ha affermato nel 2014  la necessità di ulteriori studi al riguardo asserendo che, se esiste un rischio aumentato, e’ verosimilmente di piccola entità. Questa posizione non e’ stata modificata dopo la recente pubblicazione del dicembre 2015.

Le vere cause del carcinoma ovarico

Le cause del carcinoma ovarico sono verosimilmente molteplici e non del tutte conosciute: tra di esse  la mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2 rappresenta il fattore predisponente più importante ed universalmente riconosciuto.

In sintesi, le evidenze  sino ad ora disponibili sono inconclusive: imputare all’utilizzo di talco l’origine del carcinoma ovarico rappresenta una affermazione azzardata, senza solide basi scientifiche.

Partner: