Newsletter

Newsletter aprile 2017

 
logo
 
Newsletter Acto Onlus Aprile 2017
 
  img  
 
 
8 maggio: prepariamoci alla 5a Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico
 
 

73 associazioni pazienti di 31 Paesi si stanno preparando a celebrare la 5a Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico  sotto la guida del Comitato Internazionale  che la promuove dal 2013 e di cui Acto onlus fa parte. In programma la campagna digitale che si potrà seguire sul sito www.ovariancancerday.org  e con cui, dal 2013, ci si propone di dare voce a tutte le donne del mondo per far meglio conoscere  la malattia e per  favorire lo scambio di esperienze fra le pazienti  di ogni nazione aderente. In Italia Acto celebrerà la Giornata con eventi organizzati a Milano, Roma, Bari e Torino. In programma dibattiti ed eventi. Rimanete sintonizzati!

 
8 maggio a Milano: oltre il tumore, oltre le cure
 
 

Il filosofo ateniese Antifonte, avversario di Socrate, nel V secolo avanti Cristo affermò che  «In tutti gli uomini è la mente che dirige il corpo verso la salute o verso la malattia, come verso tutto il resto». E la mente, o meglio la psiche e la psicoterapia saranno le protagoniste della conversazione “Oltre il tumore, oltre le cure: come attivare le risorse per favorire il percorso di guarigione”  che Acto onlus organizzerà a Milano lunedì 8 maggio, 5a Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La conversazione si terrà dalle ore 16 alle ore 18 presso la Libreria Open di viale  Montenero 6 e vi parteciperanno le psicologhe e psicoterapeute Elisa Faretta e Roberta Nicoli. Insieme a loro Vincenzo Soresi, medico, pneumologo, patologo e oncologo nonché autore di numerose pubblicazioni tra cui la più famosa intitolata “Il cervello anarchico”. Il tumore è un evento traumatico che colpisce la persona nella sua identità,  che impone un percorso di malattia durante il quale la vita “normale” resta sospesa e che obbliga anche la famiglia a riconfigurare i propri comportamenti sia al proprio interno che nella dimensione sociale. Affrontare questo cammino non è semplice, ma un intervento di psicoterapia può aiutare sia la paziente che i suoi familiari  a “prendersi cura di sé”, ad andare oltre il solo “curare” per recuperare l’equilibrio corpo-mente compromesso dalla patologia ma così importante per  affrontare e superare le difficoltà del percorso di malattia. L’incontro è riservato a pazienti, loro familiari e caregivers.

Ingresso libero previa conferma alla segreteria dell’associazione ( segreteria@actoonlus.it – tel 370-7054294 . A tutti i partecipanti verrà offerto un rinfresco e un omaggio. Non mancate!

 
8 maggio a Torino: Tumore Ovarico e familiarità
 
 

Il Comune di Nichelino, in provincia di Torino, in occasione della 5a Giornata Mondiale sul Tumore ovarico, ospita un incontro su “Tumore Ovarico e familiarità”. L’incontro sarà dedicato ai test genetici BRCA  su cui interverranno gli specialisti: Marco Mitidieri,  ginecologo, Roberta Monticone, medico di medicina generale, Francesco Arena, genetista, Marianna Venturetti, biotecnologa e Elisa Picardo, ginecologa che insieme ad Alice Tudisco annuncerà la prossima nascita di Acto Piemonte.

Seguirà un aperi-cena culturale offerto da Sorgente Genetica e  intercalato da “perle informative”.  

 
9 maggio a Roma: grande cena di raccolta fondi
 
 

In occasione della 5a Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico, torna a Roma la grande cena di beneficenza “Una donna. una visione“ con cui  tutte le Acto d’Italia  ricorderanno Flavia Bideri, fondatrice e prima presidente di Acto onlus. La serata, in programma alla Terrazza Caffarelli (Piazza Caffarelli, 4) a partire dalle ore 20 sarà l’occasione per raccogliere fondi a favore del progetto “Pronto Acto”, la prima linea telefonica di aiuto a carattere nazionale  per le pazienti con tumore ovarico e i loro familiari che Acto attiverà con il supporto fattivo della psicologa Valentina Padolecchia e dell’avvocato Enza Patierno. “Pronto Acto“ sarà uno spazio di ascolto, di accoglienza e di orientamento che fornirà gratuitamente agli utenti risposte mirate e personalizzate sui temi più diversi: dalle informazioni sulla malattia all’orientamento verso le strutture oncologiche specializzate nel  trattamento della patologia sino alla consulenza legale per l’accesso ai benefici previsti dalla legge in ambito lavorativo, assistenziale e previdenziale. Alla serata, che sarà accompagna dalle musiche del Quartetto Picasso,  hanno già dato  la loro adesione numerose personalità tra cui  Linda Lanzillotta, vicepresidente del Senato, Emilia De Biasi, presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato che interverrà nel corso della serata, Maurizio  Stirpe, vicepresidente lavoro e relazioni industriali di Confindustria, Franco Bassanini, politico e costituzionalista, i professori Nicoletta Colombo e Giovanni Scambia, Maurizio De Cicco, vicepresidente di Farmindustria, presidente  e amministratore delegato di Roche, sponsor della serata. 

La quota di partecipazione alla serata è di 100 euro a persona e i biglietti possono essere acquistati entro il 4 maggio contattando i seguenti numeri 06-5417093 / 346-0167494 o scrivendo a Sabrina Eroe al seguente indirizzo: seroe@proformatcomunicazione.it. Vi aspettiamo.

 
Metà maggio: terapie complementari protagoniste a Bari
 
 

A metà  maggio Bari celebrerà la 5a Giornata Mondiale sul Tumore ovarico con un incontro informativo  dedicato alle terapie complementari e organizzato presso la Casa delle Donne del Mediterraneo  che,  grazie al grande impegno di Adele Leone, presidente di Acto Bari, ospita da poco meno di un mese il progetto  Rinascita. Grazie a questo progetto,  è stato creato uno spazio dove tutte le donne pugliesi affette da neoplasia possono usufruire gratuitamente di  programmi finalizzati alla cura di sé e di percorsi di sostegno fisico e psicologico. Un progetto  che vuole aiutare le donne a “rinascere nonostante la malattia”

 
Mutazione BRCA e prevenzione: convegno a Camogli
 
 

La Liguria è la terza regione, dopo Emilia Romagna e Lombardia, che ha approvato l’esenzione dal ticket e un codice ad hoc per l’accesso al test BRCA e agli esami di sorveglianza delle donne affette da tumore al seno e all’ovaio BRCA mutato e ai loro familiari. E nelle altre Regioni? Purtroppo si aspettano ancora le delibere delle istituzioni sanitarie regionali. Questa disomogeneità, unita alla mancanza di linee guida nazionali in materia  fa si che le pazienti e le donne sane ad alto rischio faticano ad orientarsi tra accesso al test genetico, cure, sorveglianza e chirurgia di rischio riduzione. Di tutto questo si è parlato a Camogli l'8 aprile in un convegno organizzato da Lilt Liguria e dall’associazione pazienti aBRCAdaBRA con il patrocinio di Acto onlus. L’evento, al quale hanno partecipato qualificati oncologi, medici di famiglia, psicologi  e genetisti, fa parte del Progetto Informativo “Io non Temo”, ideato da Lilt e associazione aBRCAdaBRA in collaborazione con il Centro Tumori Ereditari dell’Ospedale San Martino di Genova, che prevede incontri gratuiti di informazione e supporto sul Tumore Ereditario della Mammella e dell’Ovaio (T.E.M.O.). “Un aiuto importante per le persone mutate e’ la condivisione e la conoscenza di un percorso mirato. Ci salviamo solo con conoscenza e prevenzione” ha dichiarato l’assessore regionale alla sanità Sonia Viale.  Gli incontri gratuiti si svolgono ogni primo mercoledì del mese presso il Centro Lilt di Genova (via Caffaro 4/1). Altre informazioni sul progetto si trovano sul sito www.legatumori.genova.it.

 
 
Uomini che raccontano le donne
 
 

Sono stati consegnati a Roma i premi del concorso letterario promosso da Roche “A fianco del coraggio”, un’iniziativa nata per le donne colpite da neoplasia ma rivolta agli uomini che le hanno accompagnate durante la malattia. Protagonisti della serata i 3 autori finalisti Stefano Chiesa, Marco Di Gilio e Fabio Glionna, risultato vincitore. Il suo racconto verrà sceneggiato e il cortometraggio proiettato nelle sale cinematografiche ad ottobre 2017. Alla cerimonia, svoltasi nella storiche sale di Palazzo Venezia, hanno partecipato oltre 200 persone e numerose personalità tra cui il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, Maurizio De Cicco, presidente e amministratore delegato di Roche, Gianni Letta presidente della giuria del Premio, i giurati tra cui Acto onlus  e Giampaolo Letta , amministratore delegato di Medusa film. La premiazione ha visto anche la partecipazione degli attori Alessandro Preziosi, Gianmarco Tognazzi e Sabrina Impacciatore in veste di “ambasciatori” dei tre racconti finalisti.

 
 
Istituto Mario Negri: nuova ricerca sul tumore dell'ovaio stadio 1
 
 

Lo scorso 15 marzo sono stati proclamati gli 8  vincitori del bando “Roche per la ricerca indipendente tra i quali il Dipartimento di Oncologia dell’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri. Il progetto finanziato riguarda lo studio del tumore ovarico stadio 1 e si basa sui risultati ottenuti dalla precedente collaborazione tra Istituto “Mario Negri”, Università di Padova), Università di Milano - Bicocca, Ospedali Civili di Brescia e Città della Salute di Torino. Unendo le forze, i ricercatori hanno potuto mettere assieme oltre 200 casi di biopsie di pazienti con diagnosi di tumore all’ovaio stadio 1, attraverso le quali è stato possibile individuare una firma molecolare integrata che può  essere uno strumento prognostico - cioè un indicatore di come, con ogni probabilità, sarà il decorso della malattia - in grado di predire se una paziente è a rischio di recidive dopo l’intervento chirurgico. L’obiettivo del progetto vincitore coordinato dall’IRCCS Istituto Mario Negri è quello di validare il test della firma molecolare andandolo a testare su circa 400 pazienti. In questo modo si potrà sapere, sin dalla diagnosi, se il tumore è aggressivo e quindi se necessita di un trattamento farmacologico potente, o se è presente in forma più benigna. (fonte: Newsletter Fondazione Mattioli)

 
 
 
Come sostenere Acto Onlus
 
 

Con una donazione libera a partire da € 10 o diventando socio ordinario ( da € 10) o socio sostenitore (da € 100 ). Per associarsi basta andare sul sito www.actoonlus.it e seguire le istruzioni alla pagina “Sostienici”

Devolvendo il 5x1000 a Acto onlus Codice Fiscale 97547960159

 
img
 
 
Copyright © Acto Onlus 2016, Tutti i diritti riservati.

 

 
Partner: